COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO

Fra i Nuovi Istituti Tecnici, nel settore tecnologico troviamo l’indirizzo COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO che corrisponde all’ex corso per Geometri del vecchio ordinamento.

Durante il corso di studi, oltre alle competenze relative alle discipline generali (lingua italiana e straniera, matematica, materie scientifico-tecnologiche, materie storico-socio-economiche) saranno acquisite competenze specifiche di indirizzo, quali per esempio:

 

  • scegliere i materiali da costruzione adatti in base al loro utilizzo e alle modalità di lavorazione;

  • applicare le metodologie per la progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modesta entità, intervenendo anche negli aspetti connessi al risparmio energetico, al rispetto delle norme sulla tutela dell’ambiente, alla valorizzazione del territorio e alla redazione di valutazioni di impatto ambientale;

  • utilizzare gli strumenti idonei per la restituzione grafica di progetti e di rilievi topografici;

  • collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte;

  • conoscere elementi e modalità per compiere la valutazione e la stima di terreni e fabbricati;

  • gestire la manutenzione ordinaria e l’amministrazione degli immobili;

  • organizzare e condurre cantieri mobili nel rispetto delle normative sulla sicurezza.

  • Tutelare, salvaguardare e valorizzare le risorse del territorio e dell’ambiente.

  • Compiere operazioni di estimo in ambito privato e pubblico, limitatamente all’edilizia e al territorio.

COSA SI STUDIA?

 

Il corso si articola in un biennio preparatorio e un triennio in cui si affrontano le materie specifiche della “professione di geometra”. Le materie che caratterizzano il corso di studio sono:

  • Progettazione, Costruzioni E Impianti
    • Si occupa di selezionare i materiali costruttivi in rapporto al loro impiego e alle modalità di lavorazione;
    • applicare le metodologie della progettazione, valutazione e realizzazione di costruzioni e manufatti di modesta entità, in zone non sismiche, intervenendo anche nelle problematiche connesse con il risparmio energetico;
    • computi metrici preventivi ed esecutivi, progettazione e calcolo di costruzioni edili e civili in acciaio, legno e cemento armato; costruzioni nel rispetto della normativa antisismica e del risparmio energetico.
  • Topografia
    • È la disciplina che si occupa del rilievo e della successiva rappresentazione grafica del territorio e dei suoi particolari naturali ed artificiali, utilizzando strumenti tradizionali, come i teodoliti elettronici, ed altri di più stretta attualità, quali il GPS e l’AUTOCAD.

  • Gestione del cantiere e sicurezza dell’ambiente di lavoro
    • La disciplina insegna come si gestisce e si organizza un cantiere: programmando le varie fasi di lavoro, prendendo in considerazione le interferenze presenti tra le varie operazioni, valutando i rischi e adottando tutte le misure necessarie per la sicurezza dei lavoratori. Verrà analizzata distintamente la fase progettuale da quella esecutiva, evidenziando inoltre i soggetti, gli obblighi e le relative responsabilità.

  • Geopedologia, Economia ed Estimo
    • Geopedologia: è lo studio del terreno in tutte le sue componenti, si tratta di saper interpretare i movimenti che le sempre più intense precipitazioni causano ai suoli agricoli; si studia infine la sistemazione dei terreni con opere di conservazione di questa importante risorsa naturale.

    • Economia: si studiano i vari aspetti del mondo economico che ci circonda, visto dalla parte dei consumatori e delle imprese; ne conseguono i relativi approfondimenti sulla funzione delle Stato e del sistema bancario.

    • Estimo: è la disciplina che porta a valutare i beni economici ed ambientali con lo scopo di esprimere giudizi necessari al controllo delle risorse non rinnovabili e stimare il valore di terreni e fabbricati.

QUADRO ORARIO

*L’attività didattica di laboratorio caratterizza gli insegnamenti dell’area di indirizzo dei percorsi degli istituti tecnici; le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza degli insegnanti tecnico-pratici. Le istituzioni scolastiche, nell’ambito della loro autonomia didattica e organizzativa, possono programmare le ore di compresenza nell’ambito del primo biennio e del complessivo triennio sulla base del relativo monte ore.
Nel Triennio è previsto, secondo la normativa vigente, un monte ore di PCTO (ex Alternanza scuola-lavoro) da svolgersi in orario scolastico.

PERCHE’ SCEGLIERE QUESTO INDIRIZZO?

  • Perché accanto ad uno studio teorico avrai la possibilità di approfondire l’aspetto pratico che ti permetterà di dare corpo alla tua formazione.
  • Perché ti darà la possibilità di svolgere il tuo lavoro all’aperto (rilievi, cantieri, ecc.) oppure in ufficio (progettazione, lavoro presso gli enti pubblici, ecc.) o anche alternando le due possibilità.
  • Perché avrai la possibilità di utilizzare i più moderni software di progettazione e di rilievo.
  • Perché a partire dal terzo anno potrai fare esperienza all’interno degli studi tecnici con professionisti del settore.
  • Perché potrai entrare fin da subito nel mondo del lavoro.

    GLI SBOCCHI LAVORATIVI

    1) Proseguimento degli studi: 

    Il Diploma in “Costruzioni, Ambiente e Territorio” dà accesso a tutte le facoltà universitarie. 

    2) Sbocchi professionali:

    Al termine dei cinque anni avrai un diploma direttamente utilizzabile nel mondo del lavoro:

    • presso studi tecnici privati (Architetti, Ingegneri, Geologi, Forestali ecc.)
    • presso Uffici Tecnici pubblici (comunali, provinciali ecc.)
    • presso imprese edili, aziende agricole, società di assicurazioni, cantieri, agenzie immobiliari.

    Inoltre può svolgere la libera professione come imprenditore edile, perito estimatore di danni, interior designer, grafico pubblicitario, tecnico topografico, restauratore, tecnico ecologico, tecnico della manutenzione, certificatore energetico, allestitore di fiere. A seguito di un tirocinio formativo, svolto presso studi professionali o imprese, è possibile accedere all’Esame di Stato di Geometra e ci si può iscrivere al Collegio dei Geometri ed esercitare la libera professione. 

    Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

    Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

    CERTIFICAZIONI

    CAD 2D - Specialised Level